Sospensione dei mutui e finanziamenti per le imprese

In riferimento all’art. 56 del Decreto Legge n. 18 del 17 marzo 2020 recante “Misure di sostegno finanziario alle micro, piccole e medie imprese colpite dall’epidemia di COVID-19” (DL “Cura Italia”) , Banca Popolare di Cortona ha previsto una serie di misure di sostegno finanziario alle PMI, inclusi i lavoratori autonomi ed i professionisti con partita IVA, aventi sede legale in Italia ed appartenenti a tutti i settori.

In sintesi l’art. 56 del decreto, dietro specifica richiesta del cliente, consente:

I clienti che intendono accedere alle citate misure devono presentare alla Banca una specifica comunicazione corredata della dichiarazione con la quale l'impresa autocertifica ai sensi dell'art. 47 DPR 445/2000 di aver subito in via temporanea carenze di liquidità quale conseguenza diretta della diffusione dell'epidemia da COVID-19.

La comunicazione, corredata di un valido documento di riconoscimento, deve essere inviata da parte dell’impresa all’indirizzo PEC: bpccortona@legalmail.it.

Proroga automatica prevista dal Decreto Legge n. 104 del 14 Agosto 2020

Per le imprese che hanno già usufruito entro il 15 agosto 2020 delle misure di cui al DL Cura Italia, la proroga della moratoria avverrà automaticamente, senza formalità, fino al 31 gennaio 2021. E' possibile rinunciare alla sospensione, entro il termine del 30 settembre 2020, inviando una PEC all'indirizzo bpccortona@legalmail.it con, in allegato, rinuncia in carta libera, datata e firmata e corredata di copia del documento d'identità del firmatario.

Per tutte le condizioni contrattuali è necessario fare riferimento ai Fogli Informativi che sono a disposizione dei clienti presso tutte le Filiali della Banca e consultabili nella sezione Trasparenza del sito.

Decreto Liquidità - D.L. 23/2020

Tra le più importanti misure varate dal Governo a sostegno delle imprese e dei liberi professionisti, la cui attività è stata danneggiata dall’emergenza Covid-19, vi è quella dei finanziamenti assistiti da garanzie pubbliche rilasciate da SACE (art. 1) e dal Fondo Centrale di Garanzia PMI, di seguito FCG, nelle forme previste dal D.L. 23/2020, così come modificato ed integrato dalla legge di conversione n. 40 del 5 giugno 2020.

Finanziamento chirografario fino a 30.000 Euro ai sensi dell'art. 13 comma 1 lettera m)

In conformità con quanto previsto dal decreto, Banca Popolare di Cortona ha strutturato uno specifico prodotto di finanziamento fino ad Euro 30.000 garantito al 100% dal FCG (D.L.23/2020, art. 13 comma 1 lettera m).

Di seguito le principali caratteristiche del finanziamento:

Nuovo finanziamento chirografario fino a 30.000 Euro (tasso fisso)
A chi è rivolto Piccole e medie imprese, persone fisiche esercenti attività d’impresa, arti o professioni, associazioni professionali, società tra professionisti, agenti di assicurazione, subagenti di assicurazione e broker iscritti alla rispettiva sezione del Registro unico degli intermediari assicurativi e riassicurativi la cui attività d’impresa è stata danneggiata dall’emergenza Covid-19.
Importo del finanziamento Fino ad Euro 30.000,00 e comunque nei limiti del 25% del fatturato totale del beneficiario nel 2019 o, alternativamente, al doppio della spesa salariale annua del beneficiario (compresi gli oneri sociali e il costo del per-sonale che lavora nel sito dell'impresa ma che figura formalmente nel libro paga dei subcontraenti) per il 2019 o per l'ultimo anno disponibile.
Durata 48 mesi (incluso un preammortamento fisso del periodo di 24 mesi)
72 mesi (incluso un preammortamento fisso del periodo di 24 mesi)
120 mesi (incluso un preammortamento fisso del periodo di 24 mesi)
Principali condizioni economiche Per tutte le condizioni contrattuali è necessario fare riferimento ai Fogli Informativi che sono a disposizione dei clienti presso tutte le Filiali della Banca e consultabili nella sezione Trasparenza del sito.
Periodicità delle rate Mensile
Garanzia diretta Fondo Centrale di Garanzia / ISMEA Gratuita e pari al 100% del Finanziamento chirografario

Di seguito sono disponibili la domanda di finanziamento e il modulo per la richiesta di garanzia che l’impresa richiedente dovrà compilare e inviare per email alla Filiale di riferimento.

Per le imprese agricole (e della pesca) la garanzia per il prodotto di finanziamento sopra descritto, così come previsto dal comma 11, dell’art.13 del DL. 23/2020, deve essere richiesta ad ISMEA (Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare), il quale provvede al relativo rilascio.

Di seguito sono disponibili la domanda di finanziamento e il modulo per la richiesta di garanzia che l’impresa agricola richiedente dovrà compilare e inviare per email alla Filiale di riferimento.

Le domande di finanziamento e le richieste di garanzia (PDF dei relativi moduli opportunamente compilati e sottoscritti) dovranno essere inviate tramite e-mail alla casella di posta elettronica della Filiale di competenza, corredate dalla copia di un valido documento di riconoscimento.

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale.

Per tutte le condizioni contrattuali è necessario fare riferimento ai Fogli Informativi che sono a disposizione dei clienti presso tutte le Filiali della Banca e consultabili nella sezione Trasparenza del sito.

La Banca si riserva la valutazione del merito creditizio e dei requisiti necessari alla concessione dei finanziamenti.

Finanziamento chirografario fino a 1 milione di Euro ai sensi dell'art. 13 comma 1 lettera c)

In conformità con quanto previsto dal Testo del decreto-legge 8 aprile 2020, n. 23 coordinato con la legge di conversione 5 giugno 2020, n. 40, Banca Popolare di Cortona ha strutturato uno specifico prodotto di finanziamento fino ad Euro 1.000.000 con garanzia diretta del FCG fino al 90%.

Di seguito le principali caratteristiche del finanziamento:

Finanziamento chirografario fino a 1 milione di Euro garantito dal Fondo di Garanzia ex L. 662/1996
A chi è rivolto Le Piccole e Medie Imprese (n. di dipendenti < 250, fatturato annuo <= euro 50 mln oppure totale attivo <= euro 43 mln);
Le imprese con un numero di dipendenti non superiore a 499.
Importo del finanziamento Fino ad Euro 1.000.000,00 e comunque per un importo non superiore a uno dei seguenti parametri, alternativi tra loro:
  • 25% del fatturato totale del 2019 dell’impresa richiedente;
  • il doppio della spesa salariale annua del beneficiario per il 2019 o ultimo anno disponibile (nel caso di imprese costituite nel 2019, l’importo massimo del prestito non può superare i costi salariali annui previsti per i primi due anni di attività).
Sempre nel limite massimo di Euro 1.000.000,00, qualora l’importo per cui si chiede la garanzia sia superiore ai parametri sopra indicati, l’importo del finanziamento non potrà comunque superare il fabbisogno per costi del capitale di esercizio e per costi di investimento nei successivi 18 mesi, nel caso di piccole e medie imprese, o nei successivi 12 mesi, nel caso di imprese con numero di dipendenti non superiore a 499; tale fabbisogno dovrà essere autocertificato ai sensi del DPR 445/2000.

Per le imprese caratterizzate da cicli produttivi ultrannuali (Società di capitali del Settore Immobiliare e del Settore Edilizia) l’importo finanziato non può superare i ricavi delle vendite e delle prestazioni, sommati alle variazioni delle rimanenze dei prodotti in corso di lavorazione, semilavorati e finiti per l’anno 2019.
Durata 48 mesi (incluso un preammortamento fisso del periodo di 12 mesi).
72 mesi (incluso un preammortamento fisso del periodo di 12 mesi).
Principali condizioni economiche Per tutte le condizioni contrattuali è necessario fare riferimento ai Fogli Informativi che sono a disposizione dei clienti presso tutte le Filiali della Banca e consultabili nella sezione Trasparenza del sito.
Periodicità delle rate Mensile
Garanzia diretta Fondo Centrale di Garanzia Gratuita e fino al 90% del Finanziamento chirografario.

Come richiedere il finanziamento:

la richiesta di finanziamento può essere presentata, compilando e sottoscrivendo la “Richiesta finanziamento” e consegnandola alla propria Filiale di competenza o inviandola tramite posta elettronica, insieme alla scansione / foto di un valido documento di riconoscimento del sottoscrittore.

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale.

Per tutte le condizioni contrattuali è necessario fare riferimento ai Fogli Informativi che sono a disposizione dei clienti presso tutte le Filiali della Banca e consultabili nella sezione Trasparenza del sito.

La Banca si riserva la valutazione del merito creditizio e dei requisiti necessari alla concessione dei finanziamenti.

Garanzia dello Stato in caso di rinegoziazione di finanziamento già in essere ai sensi dell'art. 13 comma 1 lettera e)

A chi è rivolto: Piccole e medie imprese e MID Cap fino a 499 dipendenti.

È possibile accedere alla garanzia del Fondo Centrale di Garanzia (con copertura dell’80% in caso di garanzia diretta oppure del 90% dell'importo garantito da un Confidi, se rilasciata dal Fondo quale riassicurazione), per operazioni di rinegoziazione di finanziamenti esistenti, a condizione che sia prevista la contestuale erogazione di credito aggiuntivo in misura pari ad almeno il 10% dell’importo del debito rinegoziato oppure pari ad almeno il 25% del medesimo nel caso operazioni di rinegoziazione deliberate a far data dal 7 giugno 2020.

Il finanziamento in essere sarà sostituito dal nuovo finanziamento.

A breve verranno fornite le istruzioni e le indicazioni sui moduli per presentare la richiesta di finanziamento, compreso il modulo per la domanda di accesso al Fondo di Garanzia.

La Banca si riserva la valutazione del merito creditizio e dei requisiti necessari alla concessione dei finanziamenti.